Cosa vedere

Villa Medicea

Una residenza storica

Posta sulla riva sinistra del fiume Arno, lungo il tragitto fluviale che da Firenze conduce a Livorno, la villa Ambrogiana è stata un tempo florida residenza di caccia della famiglia dei Medici ed è immersa nel Parco dell’Ambrogiana.

Nel suo nucleo più antico la villa fu acquistata da Ferdinando I de Medici, che dal 1587 avviò i lavori di restauro, affidati prima a Raffaele Pagni poi a Gherardo Menichini, raddoppiando le torri angolari e conferendogli così una struttura geometrica regolare. Numerosi i rifacimenti susseguitosi nei secoli, tra cui l’innalzamento di un piano, come illustrato in una delle lunette di Giusto Utens, e la costruzione di un porticciolo sull’Arno. Notevole era il parco-giardino che giungeva fino al greto del fiume, con una grotta manieristica con giochi d’acqua, opera di Giovan Battista Ferrucci detto il Tadda, ornata da bassorilievi con soggetti fluviali, faunistici e floreali.
Dal 1854 fino agli inizi del 2017 è stata sede dell’ospedale psichiatrico giudiziario.
Al momento non è ancora possibile accedere all’interno del complesso.

Cosa altro vedere